Seguiteci:

Il Tantra e il Kamasutra

  • Delle arti millenarie che conciliano il sesso con la spiritualità.
  • Dei mezzi concreti per raggiungere l'orgasmo di tutto il corpo.
  • Gli indispensabili per gestire l'energia sessuale ed eliminare la monotonia
  • Alte vette di piacere nelle posizioni più stravaganti.
  • Le arti antiche del Tantra e del Kamasutra

    Sia il Tantra che il Kamasutra sono arti antichissime che non solo conciliano il sesso con la spiritualità, ma permettono molto di più, soprattutto perché sono strumenti indispensabili per gestire l'energia sessuale o eliminare il pericolo della monotonia nel sesso, attraverso tecniche e posizioni che permettono di esplorare nuovi orizzonti di piacere sessuale. Sebbene descriviamo queste tecniche in un programma di crescita sessuale femminile, queste sono in realtà orientate alla coppia in quanto, non dimentichiamolo mai, la dimensione del sesso comprende entrambi i partner e spesso la pienezza sessuale non può essere raggiunta senza la partecipazione attiva di ambedue.

    In questa parte del programma il sesso sarà dunque considerato in senso lato, tenendo conto sia della sessualità femminile che di quella maschile.

    Il Tantra

    Il Tantra deriva da un termine sanscrito molto antico che abbraccia un ventaglio vastissimo di idee e di pratiche. Non si limita soltanto alla cultura indu, ma è anche in relazione a quella buddista e taoista. Il Tantra è familiarmente conosciuto come lo yoga del sesso in quanto comprende pratiche di meditazione, riti spirituali nonchè esperienze sessuali estatiche.

    In sostanza il Tantra ha molto a che vedere con la riconciliazione con il cosmo e la sfera divina attraverso la pratica e l'unione sessuale. L'atto sessuale nel Tantra diventa un atto dove le dualità di spirito/materiale, mente/corpo e individuo/pluralità sono portate a una dimensione trascendentale.

    Purtroppo sappiamo che nella nostra cultura ci sono molti fattori che impediscono alle donne di vivere un'esperienza sessuale completamente appagante. Malgrado il fatto che viviamo in un'epoca sempre più liberale e ugualitaria dal punto di vista sessuale, le ragioni dell'insoddisfazione sono ancora molte. Il Tantra è uno dei mezzi di cui possiamo disporre per aumentare la qualità delle nostre esperienze sessuali, a patto di saperlo applicare nella sua realtà pratica e realistica, senza perdersi in molti meandri che per la nostra cultura occidentale non hanno utlità pratica o non sono direttamente rivolti verso un uso mirato al miglioramento della nostra vita sessuale.

    Una delle credenze più comuni nelle donne che non raggiungono sufficiente soddisfazione sessuale è attribuire all'uomo la responsabilità della loro soddisfazione. Molte pensano semplicemente di non aver trovato l'uomo giusto che sappia sempre cosa bisogna fare per dar loro il massimo del piacere. Certo, il ruolo maschile è importante, ma il benessere sessuale ed emozionale di una donna dipendono più da lei stessa che da un eventuale partner.

    Questo implica che la soddisfazione sessuale non dipende soltanto dalla partecipazione dell'altro, ma implica una partecipazione attiva della donna, qualcosa che non tutte sanno portare a termine.

    Le tecniche presentate in questa parte del programma saranno di grande utilità per avere una maggiore coscienza del potenziale sessuale femminile e preparare la coppia ad avere in modo concreto l'orgasmo dell'intero corpo.

    Abbiamo già descritto l'orgasmo di tutto il corpo e abbiamo già menzionato in cosa consiste. Ebbene, il Tantra è uno dei migliori mezzi per raggiungere questo traguardo che per molte coppie è soltanto un sogno.

    La differenza tra un orgasmo localizzato nei genitali e un orgasmo di tutto il corpo è enorme.

    Una delle principali virtù delle tecniche del Tantra è illustrare come far correre l'energia sessuale attraverso tutte le zone erogene del corpo, per un'esperienza intensa, globale. Il Tantra manziona anche l'energia che passa attraverso i chakras che sono i centri energetici che attraversano il nostro corpo per la cultura indu. Il centro sessuale si chiama Kundalini, quest'energia può essere risvegliata e può rendere partecipi tutti gli altri centri energetici, in modo tale che questa fluisca attraverso "il corpo della coppia" e si rifletta nel mondo circostante.

    L'energia sessuale è ovviamente generata dai genitali e, secondo il Tantra, è l'energia più potente che può essere prodotta e sentita da un essere umano. Quando quest'energia si limita soltanto alla zona genitale, viviamo quello che consideriamo un rapporto ordinario (dal punto di vista tantrico!). Già per la maggior parte delle persone il solo orgasmo sessuale è qualcosa di meraviglioso. Ma queste persone sono anche ignare di come propagare quest'energia durante l'orgasmo. Non dimenticate che avete un intero corpo su cui lavorare e non soltanto il vostro sesso. Lo scopo della stimolazione è dunque quello di far risalire queste sensazioni in zone sessuali più alte, di modo che le scariche di energia sessuale raggiungano tutto il corpo fino al centro di energia più alto. E quello è appunto lo scopo del Tantra.

    Il Kamasutra

    Anche il termine Kamasutra è un termine antichissimo che ingloba non soltanto i piaceri sessuali, ma anche gli altri piaceri del corpo, nonchè dell'anima. L'arte deriva da un famoso scritto di Mallanaga Vatsyayana e non si limita affatto, come molti credono, a posizioni sessuali che ricordano una ginnastica del sesso, ma a posizioni che inducono determinati stati d'animo, una certa atmosfera o energia, un certo gusto del sentirsi insieme.

    L'opera originale, sebbene famosa, è lunghissima e tratta di molti altri aspetti della vita che talvolta possono rivelarsi di noiosa lettura perché troppo relegati alle tradizioni e ai costumi del tempo. Soltanto una piccola parte del libro contiene l'essenziale che abbiamo bisogno di conoscere, tra cui le famose 64 posizioni, alcune delle quali particolarmente difficili da realizzare.

    Concludendo...

    Ovviamente sia il Tantra che il Kamasutra sono argomenti che vanno al di là degli obbiettivi del nostro programma (già abbastanza voluminoso). Abbiamo un progetto a mezzo termine che consiste nel preparare un programma a parte, illustrando tutti gli aspetti pratici di queste arti, gli aspetti che meglio si adattino alle esigenze della vita moderna, mostrando in che modo potrebbero essere utilizzati per raggingere meglio gli obbiettivi di questo e di altri programmi.

    Per il momento consigliamo a tutti i nostri lettori di documentarsi meglio su questi interessanti argomenti che vale sempre la pena approfondire, sia dal punto di vista culturale che dal punto di vista di cercare un mezzo per raggiungere meglio i nostri obbiettivi sessuali.

    A. Langueduc


    Anatomia femminile